Open Data: pubblicata la IODL 2.0

FormezPA ha pubblicato una nuova versione della Italian Open Data Licence, la IODL 2.0, che consente alle P.A. di “aprire” i loro dati. La nuova licenza (reperibile su dati.gov.it/iodl/2.0/ ) mira a divenire il perno del settore italiano di Open Data: essa consente all’utente di compiere liberamente una serie di attività, come consultare, estrarre, scaricare, copiare, pubblicare, distribuire e trasmettere le informazioni; oppure creare un lavoro derivato (combinando ad esempio altre informazioni e sviluppando un’applicazione informatica che le utilizzi come base dati).

L’utente, ove eserciti tali attività, deve peraltro  indicare la fonte delle informazioni e il nome del soggetto che fornisce il dato, linkando la licenza,  se possibile. Nella nuova licenza non figura più l’obbligo dell’utente di pubblicare e condividere gli eventuali lavori derivati con la stessa licenza o con altra licenza aperta, ritenuta compatibile.

Insomma, maggiore semplicità, minori oneri, più stimolo al riutilizzo dei dati pubblici: questi i tratti della IODL 2.0.

Stampa e condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS

Tags: ,

Comments are closed.